MIOPIA

La visione da lontano è quella compromessa in presenza di miopia, gli oggetti più lontani risultano sfuocati, poiché le immagini non vengono indirizzate a fuoco sulla retina ma “davanti” alla retina provocando un’immagine sfuocata.

CAUSE

Il bulbo oculare nel caso di miopia è più “lungo” del normale, e questo crea una curvatura elevata del cristallino e/o anche della cornea. L’occhio è molto più “potente” dello standard e quindi l’immagine si forma prima della retina.
La miopia, a seconda dei casi si classifica congenita/ereditaria, ovvero con miopi già presenti in famiglia, oppure acquisita principalmente per errate posture, lettura intensa da molto vicino come negli studenti o utilizzatori di smartphone e dispositivi digitali senza le dovute e corrette distanze.

COME E QUANDO SI MANIFESTA

Ci si accorge di essere miopi quando strizziamo troppo gli occhi per tentare di mettere a fuoco, avvicinare testi o smartphone e via dicendo. La miopia congenita si presenta in età prescolare e generalmente peggiora con l’avanzare dell’età. Quella acquisita invece arriva in età scolastica o intorno ai 20 anni, le attività da vicino (lettura, studio , uso pc smartphone ecc) sono un fattore determinante per l’aggravarsi della miopia.
Mezzi correttivi
Lenti oftalmiche (per occhiali), lenti a contatto, chirurgia refrattiva.